Sezione di Ferrara : Progetto “Uno sguardo differente” di Monica Cesari – Miranda Malservigi – Cecilia Tassinari

marzo 20 | Posted by NORDEST | Approfondimenti, Attività sezioni, Comunicazioni, Formazione, Info Cultura, Seminari Tags: , ,

 

Sguardo_differente-def (1)Presentazione Progetto “Uno sguardo differente” di Monica Cesari – Miranda Malservigi – Cecilia Tassinari

Nell’ambito dei progetti che Fidapa BPW Italy Sezione di Ferrara costruisce e propone nel corso di ogni anno sociale per le proprie socie e per la collettività, tre socie, Monica Cesari, Miranda Malservigi e Cecilia Tassinari, presentano una riflessione in tema “finanza”; riflessione che sarà affrontata con “uno sguardo differente”.

Perché “Uno sguardo differente”?
Una veloce spiegazione/presentazione che ne illustra il motivo: le tre socie sono professioniste in ambito bancario e assicurativo e il mondo del denaro è il loro “habitat” quotidiano.
Proprio perché di questo mondo conoscono bene gli aspetti più tradizionali e quotidiani, per, diciamo così… frequentazione professionale, si sono interrogate sulla possibilità che esista anche un angolo visuale diverso, dal quale avere una vista più “panoramica” e meno compressa dalle asfissie imposte dai tempi e dall’operatività del quotidiano.

E allora hanno pensato alle varie dimensioni, un po’ più “immateriali”, che trascendano gli aspetti più noti e specialistici che caratterizzano economia, finanza e soprattutto … denaro.

E si sono avventurate in una dimensione strumentale, ad esempio, quando lo si utilizza consapevolmente per stabilizzare un buon rapporto con la propria situazione economico – finanziaria – patrimoniale, quando si desidera programmare impegni finanziari e progetti di vita, famigliari, ma anche personali e professionali, e raggiungere un pensato e strutturato benessere, non solo materiale. E vicina a questa dimensione, come tralasciare la dimensione previdenziale, quando ci dà una sicurezza contro i rischi o un’aspettativa di accantonamento sicuro per il futuro nostro e di chi vogliamo tutelare?

Hanno pensato alla dimensione etica, quando viene utilizzato per uno scopo “generativo”, nel caso ad esempio di un finanziamento per il microcredito., quando sappiamo come questi finanziamenti abbiano uno scopo alto e di valore: dando stimolo, fiducia e speranza anche, spesso, in assenza di garanzie.
Per concludere, un’ulteriore chiave di lettura rivolta alla dimensione simbolica, cioè la modalità con cui il valore del denaro viene percepito nelle diverse età evolutive, quando da un iniziale significato meramente funzionale, approda ad una dinamica metaforica dove la connotazione dello “status” predomina.

E per suggellare tutte queste dimensioni, la dimensione culturale, che tutte, trasversalmente le percorre, con uno sguardo, in particolare, alla diversa percezione e al diverso approccio agito delle donne e degli uomini.

Di tutto questo si parlerà all’incontro con Cecilia, Miranda e Monica, Socie Fidapa Ferrara, il 25 marzo alle 16,30 all’Hotel Astra.

Tags: , ,